Foto di Jose David Montero, Sigfrid Monleón nuovo film è stato girato in pellicola Super 16mm Kodak Vision. EPC fornito per le riprese in Spagna la Arriflex 416 Plus con ARRI/Zeiss Ultra 16 lenti Ultra primo gioco e, tra l'altro materiale come lo zoom, Angenieux Optimo 15-40 o la SR3 16 ARRIflex.

La polemica il console di Sodoma e uno dei primi film più attesi dell'anno, presentato sullo schermo con tutta naturalezza e vita di durezza del membro chiave Jaime Gil de Biedma (1929-1990), poeta della generazione del 50. Sotto la direzione di Sigfrid Monleón, José David Montero è stata all'avanguardia della fotografia contando per Sensore EPC alcuni dettagli del suo lavoro in questo film ispirato alla biografia ha scritto Miguel Dalmau sul poeta.

El cónsul de Sodoma E ' stato girato in febrebro, marzo e aprile dello scorso anno, otto settimane in sedi a Barcellona e Madrid poi continuare intensive due settimane nelle Filippine, a Manila. E ' stato girato in Super 16 millimetri pellicola Kodak Vision ed EPC fornito per le riprese in Spagna la ARRIflex 416 Plus con lenti Zeiss/ARRI 16 Ultra e Ultra primo gioco, tra l'altro materiale come zoom, Angenieux Optimo 15-40 o la SR3 16 ARRIflex.

El cónsul de Sodoma È ispirato a una biografia, ma è anche un classico melodramma", dispone di direttore della fotografia Jose David Montero. "Abbiamo avuto un film che si svolge principalmente nel 1960 ma il regista voleva distanza al momento e aveva un'estetica con una certa aria di 'campo'. L'estetismo delle pellicole del ' 60s, molto 'kitsch', anche se non così portato all'estremo. Abbiamo anche visto qualche film di Fassbinder, che aveva quell'aria. I classici melodrammi di Hollywood sono stati il riferimento, ancora più antico come Josef von Sternberg, Douglas Sirk, Stahl... Infatti, in El cónsul de Sodoma si riferisce ad alcuni di questi film", dice.

Questi riferimenti visivi, la scelta logica stava girando a supporto pellicola e ha scelto il formato di Super 16 mm. "Il direttore voleva rendere evidente la pellicola grana dell'emulsione e roll con quella trama che ti dà Super 16. Inoltre, costruiamo noi calze donne con filtri speciali per dare una trama stantia", dice José David Montero. "Abbiamo girato alla vecchia maniera," aggiunto e scherzi, "fino a quando il direttore ha detto ' metteremo la media del Montiel".

Per creare quell'atmosfera di sogno inseguendo, hanno scelto di obiettivi molto chiari come il primo Ultra e Ultra 16 Arri/Zeiss, compensa la sfocatura dove mettere la media, dice il direttore della fotografia. "Così abbiamo ottenuto una texture che era molto ben definita e allo stesso tempo era texture vecchio, che era quello che il regista ha voluto".

Fotocamera Surround

Per quanto riguarda l'uso della fotocamera, l'intero film è generato una piccola gru e con movimenti minimi. "Il film è abbastanza classico, nel senso di movimenti di macchina per accompagnare i personaggi senza stridore. Ci sono pochi movimenti enfatici, sono molto morbidi, "spiega José David Montero al sensore EPC, che ha lavorato anche con profondità di campo per interrompere guardare più ai caratteri che gli scenari in cui viene eseguita la storia.

L'intero film è stato girato con l'ARRIflex 416 Plus in Spagna, ad eccezione di un giorno che sono stati utilizzati anche per sostenere la ARRIflex SR3. "Il 416 Plus è una fotocamera che va bene. Come abbiamo avuto molte posizioni e sono state riprese in aree naturali, doveva essere molto veloce e Super 16 facilita questa agilità nelle riprese." Le due settimane a Manila, che significava uno sforzo maggiore per rendere il più delle volte, usato la SR3. "Non essere ruota nelle Filippine quasi S16 e alla fine ha ottenuto una SR3 che è venuto dalla Cina, ma usiamo la stessa ottica", dice José David Montero.

José David Montero riconosce la sua preferenza per il "piatto fine del film ma non vogliono intestino esso." Definisce abbastanza bene l'estetica teatrale che Sigfrid Monleón entrambi voluto iniziare sul palco per quanto riguarda l'interpretazione. È un aereo molto lungo di tre minuti, in viaggio, che si conclude con un primo piano della Jordi Mollà. Questa ultima scena è un piccolo riassunto del film ed è molto rappresentativa dell'intenzione della fotocamera e luce. Preferisco questa immagine".

Essere socievole, condividere!

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra Feed RSS e non vi perderete nulla.


Altri articoli su , , , , ,
Di • 20 Jan, 2010
• Sezione: Noleggio / servizi, Film / produzione