La radiotelevisione italiana RAI ha contato sui sistemi scientifici Utah per rinnovare gran parte dei loro sistemi di instradamento di segnali con l'unità di UTAH-400/XL (nella configurazione di 1000 × 2000) integrati con una matrice di audio (2000 × 2000), che costituisce il cuore dell'infrastruttura di distribuzione di segnali 3G/HD/SDI.

La radiotelevisione italiana RAI ha contato sui sistemi scientifici Utah per rinnovare gran parte dei loro sistemi di instradamento di segnali con l'unità di UTAH-400/XL (nella configurazione di 1000 × 2000) integrati con una matrice di audio (2000 × 2000), che costituisce il cuore dell'infrastruttura di distribuzione di segnali 3G/HD/SDI.

RAI impiegherà matrix sia nella distribuzione dei segnali dei suoi tre servizi di nucleo TV per quanto riguarda i suoi canali tematici, WebTv, canali satellitari e stazioni radio.

Ubaldo Toni, direttore di ingegneria della RAI ha commentato che "Utah Scientific è sempre stato un ottimo partner per la RAI. Dato che l'azienda è completamente focalizzata sui sistemi di routing, sempre abbiamo trovato che possiamo contare su Utah per lavorare a stretto contatto con i nostri ingegneri per sviluppare soluzioni innovative ai nostri requisiti operativi specifici".

Per l'installazione, entrambe le società hanno lavorato a stretto contatto per sviluppare un approccio completamente nuovo alla gestione di audio e video in un ambiente di grandi dimensioni. Come una pratica, il sistema permette il totale controllo di ridondanza completa e routing tra due servizi RAI, situato a Saxa Rubra e la via Teulada, Roma. Oltre le funzionalità di routing stesso, RAI ha optato per un programma di garanzia costo no. L'emittente italiana ha acquisito la prima matrice di Utah ora tre decenni fa.

UTAH-400/XL offre fino al 1056 × 1056 singolo rack tramite connettori BNC standard. Grazie alla sua architettura innovativa, è facilmente scalabile con singola famiglia di blocchi da costruzione della matrice. Come tutti i router UTAH-400 digital, comprende alimentatori ridondanti e la flessibilità del formato di segnale, con una capacità di gestire la scansione progressiva del segnale HD 3 Gbps.



Essere socievole, condividere!

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra Feed RSS e non vi perderete nulla.


Altri articoli su , ,
Di • 12 Jul, 2010
• Sezione: Emissione