Bob Rushby, responsabile capo tecnologia e Vice Presidente di ricerca e sviluppo di sistemi digitali Christie, esibisce a questa tribuna una semplice massima: una dimensione più grande, una maggiore visibilità. Una formula che è particolarmente applicabile nel caso di segnaletica digitale, una tecnologia emergente che continua lottando per mettere un dente vero e proprio in quei settori in cui in realtà già dovrebbe hanno trionfato: punti di vendita al dettaglio e gli spazi pubblici.

Ci sono molti fattori che contribuiscono a che il digital signage è ancora in questi settori, un'industria in attesa di essere sfruttato, ma uno dei più importanti è la dimensione degli schermi e la mancanza di un reale impatto. Mentre tipico LCD o plasma domestico dominano la visuale di uno spazio di soggiorno che occupa gran parte del muro, questo protagonismo scompare quando lo spazio è molto più ampio ed è visivamente più caricato, come accade nei grandi supermercati o spazi pubblici, come treni stazioni, aeroporti, centri commerciali e grandi vestiboli degli edifici.

Molte aziende imprese e leader nel settore dei media hanno provato ad installare o schermi piatti appendere ovunque in questi grandi spazi per attirare l'attenzione degli acquirenti incontro è che, nella maggioranza dei casi, tali potenziali spettatori vagare fuori l'attestazione. Schermi privi di potere catturare dal momento che la sua dimensione non è abbastanza grande, rinunciando il fattore sorpresa che contava, già dieci anni fa, il primo LCDs ha lanciato sul mercato per qualche tempo.

Alex Hughes, direttore della strategia all'amico Agenzia britannica di contenuti digitali è uno dei molti esperti che hanno acquisito la consapevolezza dell'importanza della dimensione. Secondo Hughes in ambienti saturi di messaggi e visivamente ricco come un supermercato, audacia, chiarezza, la coerenza del messaggio e come no, la scala, sono tenuti a richiamare l'attenzione e l'impatto, in senso positivo, nel consumer ".

El il problema dell'innesto

Quando gli ingegneri reti realizzate che piccolo Visualizza il piano non era che il risultato desiderato, hanno intrapreso un piano B, costituito da piccoli schermi per ottenere un effetto maggiore di raggruppamento. Ovviamente, è aumentata in visibilità, ma ha fallito miseramente nella sua esecuzione.

Tutti gli schermi di uso commerciale e domestico hanno che cosa è conosciuto come un "quadro" o "Monte", che è nient'altro che un bordo esterno scanalato che si adatta l'immagine e che serve come trim per nascondere i punti di fissaggio e montaggio di plasma e LCD schermi.

Quando quei telai sono uniti insieme per formare un cluster di schermi, si ottiene un'immagine combinata, ovvero una griglia dove il display appare diviso in quadranti con vari gradi di omogeneità. Per essere onesti, il risultato è quasi sempre povero, e nel migliore dei casi è una soluzione di compromesso.

Poi abbiamo il problema di taratura e controllo di più monitor per ottenere una consistenza di colore sulle immagini. I rossi di un quadrante possono apparire più arancioni in altri tre; alto a destra, più luminoso rispetto in alto a sinistra, ecc.

Queste matrici sono l'additivo peso scomodo. Lei è installata contro la parete, che ostacolano le operazioni di manutenzione e servizio e renderli più costoso, perché che, in un modo o in altro, i tecnici hanno accesso alle spalle delle unità per eseguire praticamente qualsiasi attività.

Ci sono altri modi per "fare il salto sul grande schermo", ma queste opzioni pongono le proprie sfide, rendendolo molto rare volte ricorsi a loro.

L'industria della pubblicità esterna è impantanato in una determinata conversione del loro stock di cartelloni pubblicitari in solidi schermi a LED. E, si è dimostrato che è possibile ottenere una migliore performance economica di display digitale e ridurre molti dei costi operativi associati con l'infinita ri-empapelado di cartelloni pubblicitari lungo le strade principali. I produttori di quei pannelli LED giganti avere aggiornamenti interni progettati per negozi e spazi pubblici. Tuttavia, il loro utilizzo genera due problemi fondamentali.

Monitor LED sono costituiti da migliaia di minuscoli light emitting diodi che uniscono per generare immagini chiaramente visibile da lontano. Tuttavia, quando ci si avvicina l'immagine, visibilità perde qualità a causa di ciò che è stato chiamato il "passaggio di pixel".

Da vicino, l'aspetto dei pannelli per esterno lascia molto a desiderare a causa di quel "passo del pixel". Fino a quando i migliori pannelli per interni, coloro che godono di un passo tra i pixel di 3 o 4 mm, get è più che offrono immagini di secondo livello, a meno che lo spettatore abbastanza lontano dello schermo. In tal caso funzionerà, ma, come si vede, siamo di fronte ad un'altra soluzione di compromesso.

L'altra sfida è il costo. Matrici di LED per interni hanno un costo impossibile da assumere per i bilanci della maggior parte del business, manutenzione degli edifici e le imprese di operatori media. Almeno per il momento, questi LED per interni rimangono productos-nicho a causa del suo costo al metro quadrato.

Se volete fare il salto di una soluzione di grande scala, la retroproiezione e proiezione frontale sono due altre opzioni da considerare, ma, ancora una volta, il corretto funzionamento di queste tecnologie pone grandi sfide da superare nei generi di ambienti qui considerati.

Sistemi di proiezione di generatori di immagini con luminosità in ambienti scarsamente illuminati devono affrontare, al contrario, per la caratteristica luce ambiente luminosa della maggior parte dei rivenditori, oltre ai continui cambiamenti esperto di luce naturale, comune negli spazi pubblici più con grandi finestre e atrii. Quei display che offrono la migliore visibilità in spazi scuri possono avere un aspetto "incolore" in zone con illuminazione naturale a causa degli ostacoli principali da superare per conseguire adeguati livelli di contrasto.

Un altro fisico, che questo tipo di requisiti di sistemi di visualizzazione è la necessità di uno spazio privo di interruzioni, sia nella parte anteriore e nella parte posteriore della proiezione staffa - come un vetro rivestito con una speciale pellicola ottica - che evita la comparsa di ombre e sagome. In generale, tuttavia, è molto difficile ottenere queste impostazioni a meno che schermi sono montati interamente, in un luogo completamente isolato e pertanto di fuori della linea di visibilità naturale.

Per generare immagini con luminosità, sistemi di proiezione utilizzano lampade progettate per durare un certo numero di mesi (e non anni) prima la sua sostituzione è necessaria. I costi di queste lampade e il lavoro inerente in sua sostituzione le forze per respingere questi sistemi di proiezione come possibili opzioni realizzabili per la maggior parte dei progetti di segnaletica digitale interamente.

Christie MicroTiles, senza compromettere la qualità

Se la dimensione è la vera risposta a questo tipo di spazi, è imperativo ricorrere ad una nuova tecnologia. Christie, abbiamo valutato l'opportunità presentata e tutte le sfide che implica, ribaltando l'urto della nostra esperienza e il nostro r & d fino a capacità di Christie MicroTiles.

Un display modulare completamente innovativo, sviluppato e brevettato dalla tecnologia Christie ed è il risultato di diversi anni di r & d, posteriore proiezione, DLP, LED basati su tecnologie. Una tecnologia che rende la maggior parte dei problemi fisici, economici e manutenzione che comportano il passaggio ad una soluzione di scala maggiore scompaiono. Una tecnologia che è anche un cambiamento di mentalità, attraverso (per intenderci) per operare alcuni dispositivi di visualizzazione in un ambiente, di avere una totalmente aperta a qualsiasi possibilità di tela digital visual.

Christie MicroTiles sono alcuni blocchi che possono prendere qualsiasi dimensione o forma, libera da spiacevoli e spesse tavole di Unione e di queste concessioni in contrasto e nitidezza che una volta rovinato molti dei grandi display che siamo stati tutti testimoni di mai.

Questi display moduli hanno pochi pixel estremamente fine, percepibile da qualunque distanza, inoltre, sono dotati di angoli di visualizzazione superior e sono state scritte appositamente per affrontare le sfide più il salto sul grande schermo.

Le proprietà fisiche di Christie MicroTiles affrontano tutte le sfide coinvolti l'installazione degli stand del movimento di massa in spazi pubblici e le imprese grandi, aprendo nuove possibilità allo stesso tempo. Questi quadranti sono piccoli cubi di 306 mm (altezza) x 408 mm (larghezza) x 254 mm (d) che possono essere impilati e facilmente spremere in qualsiasi forma immaginabile. Siamo in grado di coprire un'intera parete con questi blocchi, incorniciare una finestra o qualsiasi altra cosa che si desidera evidenziare, metterli on-line come un ciclo intorno a una stanza, posto che li come un gioco di scarabeo di finitura, ecc. Giunti completamente visibile faccia formate unendo fotogrammi degli schermi, con tavole di Christie MicroTiles hanno solo un millimetro di spessore e soprattutto la scomparsa del tempo.

Christie MicroTiles moduli non sono caldi. Solo per lasciare uno spazio di pochi centimetri dietro i cubi per far circolare aria. Inoltre, non richiedono alcuna operazione di manutenzione. Il LED luminoso di origine quel feed l'immagine sullo schermo ha un'aspettativa di vita di 65.000 ore di utilizzo, il tempo da cui il livello di luminosità inizia a degradare, dimostrando di essere alla stessa altezza o anche su schermi LCD. Se qualsiasi errore operazione di manutenzione, ci sono non più di accesso alla parte anteriore e possiamo sostituire il più complicato componente (motore leggero) a un massimo di 15 minuti.

I quadranti del mosaico è stato progettato per auto - calibrato e rettificato, mantenendo la comunicazione con i quadranti intorno. Questo significa che una matrice di quadranti sarà sempre caratterizzata da un'uniformità di luminosità, colore e contrasto. Rispetto ad altri schermi in mosaico, che richiedono cura e controllo ha continuato a mantenere un aspetto uniforme, Christie MicroTiles moduli sono dotati di un processore che continuamente gestisce la comunicazione tra i quadranti, raggiungendo tutti consenso sull'aspetto da sottoporre.

Quadranti anche generano una saturazione di colore significativo, che significa che quando il direttore di un'azienda vede una schermata con il logo della tua azienda, non è che il rendering del colore arancio o bluastro è "praticamente" fedele all'originale, ma che i colori sono identici.

Il nostro r & d team ha approfittato di un noto fenomeno chiamato effetto di Helmholtz-Kohlrausch (o fenomeno HK). Dopo aver esaminato metodicamente sorgenti luminose, riuscì a produrre colori con maggiore saturazione e più luminoso e quindi, immagini con colori vivaci. Molti sono vasti e complicati articoli scientifici che sono stati scritti circa l'effetto di HK, ma è essenziale che le immagini raccolte sono secondi a nessuno nel settore della visualizzazione.

Nonostante il sofisticatissimo dietro la progettazione tecnica, l'utente finale è andando a trovare con un processo molto semplice. I dati di un computer o un lettore multimediale uscita va a un'unità di controllo esterna piccola che è responsabile di innescare i quadranti Christie MicroTiles, che vengono sovrapposti, unendosi come se fossero blocchi vite semplici e sono collegati da un filo di comuni cavi di connessione e potenza. Nel caso di schermi di grande formato che richiedono diverse unità di controllo, queste unità comunicano automaticamente la sincronizzazione in pochi secondi, senza bisogno di alcun intervento tecnico.

Approccio commerciale

Così gli schermi digitali verità in esecuzione in ambienti dove tutto è su larga scala, le linee di visibilità sono molto lunghe e soffitti molto alti, è necessario che essi acquisiscono una dimensione maggiore. Devono essere più solo tecnologia a "colmare lacune" o uno spazio "perché sì". Schermi devono essere elementi di design autentico, in grado di operare all'interno del concetto generale di spazio in cui sono e forma parte dell'esperienza complessiva dei clienti e visitatori.

"Christie MicroTiles è venuto all'industria nel tempo più tempestivo e accurato" dice Denys Lavigne, Presidente della società canadese Arsenal Media creazione di contenuti. "Quello che voglio dire è che siamo ad un punto dove, sia dal punto di vista del consumatore e la marca, ci sono alcune questioni chiave per una crescente importanza. Mi riferisco alle dimensioni e l'impatto, la creatività nell'adattare qualcosa in uno spazio e la qualità dell'immagine", dice Lavigne.

"Da un punto di vista creativo, uno degli aspetti più sorprendenti di questa tecnologia è che non solo consente di creare un'installazione creativa di alto cromatismo, ma ci permetterà allo stesso tempo l'introduzione di una nuova trama visiva," aggiunto Lavigne. "Veramente unico".

Questi schermi richiedono un approccio commerciale che va oltre quei casi dove "il denaro non è un problema". IE: un approccio che permette di integrarli nella infrastruttura e costruzione dei disegni convenzionali del business. Che significa una facilità di display digitale con un percettibile e duraturo effetto così come un disegno tecnico che controllano i costi energetici, hanno una lunga durata, ridurre al minimo i costi di manutenzione e sostituzione e offrono un'esperienza visiva che incoraggerà le imprese e marchi interessati a questa tecnologia, piuttosto che averli augurando che c'erano a fare tante concessioni per renderlo possibile visualizzare.

Hasta la fecha, el salto a una solución de gran escala ha sido uno de los retos más importantes a los que ha tenido que enfrentarse la señalización digital y el ámbito digital fuera del sector doméstico; por eso, estamos convencidos de que tenemos una solución convincente y posible.

Bob Rushby

Bob Rushby

Responsable Jefe de Tecnología y Vicepresidente de Investigación y Desarrollo de Christie Digital Systems



Essere socievole, condividere!

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra Feed RSS e non vi perderete nulla.


Altri articoli su ,
Di • 21 Jan, 2010
• Sezione: Digital Signage, Proiezione, Tribune