it:lang="it-IT"
1
1
https://www.panoramaaudiovisual.com/it/2010/03/04/la-industria-de-los-contenidos-situacion-y-tendencias/

L'industria che genera contenuti in Spagna ha raggiunto un fatturato stimato nel 2009 di 15.174 milioni di euro. Tale dato riflette una crescita del fatturato del 10% rispetto al 2003. Tuttavia, l'andamento del settore, vista l'attuale congiuntura economica, prevede di ottenere ricavi simili a quelli degli ultimi due anni, pur riflettendo una diminuzione stimata per l'anno 2009 del 5 %.

Secondo l'ultimo studio di Radice, specializzata in analisi e mercati, il contesto dell'attuale crisi pone l'industria dei contenuti di fronte a un calo molto inferiore a quello di altre industrie spagnole che hanno subito cali di reddito stimati fino al 20% nel caso di costruzioni o 18% nell'industria automobilistica. Inoltre, questo calo è simile a quello subito da altri settori come i servizi alle imprese (9,8%) oi trasporti (5,6%). Lo studio "Opportunità di business dei derivati ​​digitali per l'industria dei contenuti" rivela che ha raggiunto nel 2009 un fatturato stimato di 15.174 milioni di euro. Tale dato riflette una crescita del fatturato del 10% rispetto al 2003. Tuttavia, l'andamento del settore, vista l'attuale congiuntura economica, prevede di ottenere ricavi simili a quelli degli ultimi due anni, pur riflettendo una diminuzione stimata per l'anno 2009 del 5 %.

I settori che, secondo Rooter, compongono l'Industria e che potrebbero crescere nel prossimo triennio sono i videogiochi e il cinema. Per quest'ultimo, l'impegno per le nuove tecnologie 3D è evidente, dal momento che il numero di camere con questa tecnologia è triplicato (ce ne sono già 225 in Spagna, quando nel 2008 c'erano solo 30 camere). Inoltre, il lancio di produzioni di grande successo come Avatar, Crepuscolo o Pianeta 51, migliorare i risultati del settore, sia in raccolta che in ascolto. Il botteghino del cinema nel 2009 ha raggiunto i 675 milioni di euro, il 9% in più rispetto all'anno precedente e il numero di spettatori è aumentato del 2,8%.

I videogiochi, dal canto loro, prevedono una lieve flessione nel 2010 (circa il 3%) e una ripresa negli anni successivi, in linea con il possibile miglioramento della congiuntura nel 2011 e nel 2012 e per effetto del consolidamento del settore come format tempo libero alternativo. Per questi due anni la crescita potrebbe essere rispettivamente del 3 e del 5%.

Dati i dati di fatturazione di Industry, è importante notare che il consumo di contenuti da parte degli utenti è aumentato. Più del 70% della popolazione spagnola è un consumatore di qualche tipo di contenuto, il 6% in più rispetto al 2007 e un chiaro sintomo dell'alto grado di "digitalizzazione" della società spagnola.

Il settore musicale, invece, fortemente condizionato dal calo delle vendite di cd, ha registrato nel 2009 un calo del fatturato complessivo del 17%. Tuttavia, il lato online mostra una buona performance, con un aumento del 59% nello stesso anno.

Streaming

Oltre allo studio di Rooter, si può dedurre che lo streaming sia uno dei mezzi più efficaci per la riattivazione del settore, sebbene questo aspetto sia ancora da monetizzare. In generale, il futuro dell'Industria dipende dall'adattamento dei suoi modelli di business ai nuovi ambienti digitali, stimando una crescita discreta del suo fatturato del 2% per l'anno 2012, con il settore dei videogiochi che è quello che fornisce il maggiore impulso al industria.

Nonostante la Content Industry non sia cresciuta nel 2008, né lo sia stata nel 2009, l'aspetto digitale si è consolidato e ha aumentato significativamente i suoi ricavi. Si potrebbe dire che questo aspetto rappresenta il futuro dell'industria come motore di progresso e principale fonte di reddito, con i derivati ​​​​digitali responsabili di gran parte di questo aumento.blank

Ti è piaciuto questo articolo?

iscriviti al nostro RSS Feed e non ti perderai nulla.

Altri articoli su ,
Per • 4 Mar, 2010
• Sezione: Affare