it:lang="it-IT"
1
1
https://www.panoramaaudiovisual.com/it/2022/03/03/leonor-will-mai-die-etalonada-davinci-resolve-blackmagic/

Leonor non morirà mai - DaVinci Resolve - Blackmagic

Il software Da Vinci Risolve è stato lo strumento con cui l'azienda Posta Quantistica ha finito il colore di Leonor non morirà mai, vincitore Sundance del Premio Speciale della Giuria.

Leonor non morirà mai, Film d'esordio del regista Martika Ramirez Escobar, racconta la storia di Leonor, una donna anziana in pensione, ex regista, che finisce in coma quando una televisione le cade in testa, una situazione che la costringe a diventare l'eroina del suo film d'azione incompiuto e apre le porte a cambia la sua vita cambiando radicalmente il film.

Il lungometraggio fonde l'estetica e il concetto di vari generi cinematografici, rendendo omaggio allo stile particolare dei film filippini degli anni '80. Per creare e catturare questi effetti visivi, Escobar e Timmy Torres, responsabile della correzione del colore, utilizzato Studio Da Vinci Resolve: “Leonor non morirà mai è un film nel film, quindi avevamo tre mondi diversi con tre estetiche diverse. Uno di questi è più naturale, quindi abbiamo applicato un'illuminazione minima e girato principalmente campi lunghi. Timmy dice che la correzione del colore in questo caso gli conferisce un aspetto naturale, senza ritocchi, quindi si capisce che i cambiamenti sono sottili e meticolosamente bilanciati, in modo da ricreare il vero look nel miglior modo possibile", spiega la stessa Escobar. .

Leonor non morirà mai - DaVinci Resolve - Blackmagic

Alla ricerca dell'estetica dei film d'azione

Una delle chiavi per Leonor non morirà mai Il tuo obiettivo è esibirti Tributo ai film d'azione filippini degli anni '80. Questa è stata, secondo Torres, una delle maggiori sfide del processo di color grading: "Volevamo che il colore fosse un mix tra lo stile dei film d'azione e il mondo unico dei ricordi di Leonor, quindi ho usato gli strumenti OpenFX di DaVinci Resolve per sperimentare con granulosità e nitidezza. Avere accesso a tutte le opzioni disponibili durante la correzione del colore ci ha reso molto facile ottenere l'aspetto desiderato. Ho reso le scene più intense rispetto alla realtà e ho aggiunto texture alle immagini per raggiungere il mio obiettivo".

“C'è una scena d'azione in cui abbiamo dovuto cambiare l'illuminazione ambientale da blu a rossa, perché alcuni colori sembravano sovrasaturati in alcune inquadrature a causa dell'illuminazione colorata. Era durante una sequenza di combattimento, quindi c'erano più clip, il lasso di tempo era molto stretto e isolare i toni del blu sarebbe stato troppo noioso. In questa particolare sezione, la tonalità vs. La tonalità di DaVinci Resolve Studio è stata molto efficace nel raggiungere la tonalità di blu che il regista stava cercando”, conclude Torres.

Leonor non morirà mai - DaVinci Resolve - Blackmagic

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti al nostro RSS Feed e non ti perderai nulla.

Altri articoli su , ,
Di • 3 Mar, 2022
• Sezione: Postprofessionista